Archivio

Articoli del mese di Giugno




Le polemiche servono solo a chi le fa

26/06/2018

Sono felicissima del prossimo appuntamento del 7 luglio in Basilicata. A Viggiano, sede del Gruppo Lucano di Protezione Civile, si parlerà di prevenzione e resilienza per combattere gli incendi, presentando un decalogo al Ministro dell’Ambiente, al capo della Protezione Civile e alla responsabile dell’Agenzia ONU sui grandi rischi, che vengono appositamente in Lucania.

Dalla terra dei boschi, un contributo al...

Continua a leggere






Con le mamme lucane

14/06/2018

 

https://www.basilicata24.it/2018/06/mamme-lucane-scrivono-al-ministro-costa-si-tanto-attivato-la-terra-dei-fuochi-faccia-qualcosa-anche-la-basilicata-56179/

Mamme lucane in piazza. Avanti nei tempi, sono in una piazza virtuale. Si definiscono libere. Un movimento spontaneo, che nasce dal bisogno, ma soprattutto dalla dignitĂ , con il coraggio irresistibile delle madri. Chiedono attenzione per i propri figli, nella...

Continua a leggere






Con le mamme lucane

14/06/2018

Mamme lucane in piazza. Avanti nei tempi, sono in una piazza virtuale. Si definiscono libere. Un movimento spontaneo, che nasce dal bisogno, ma soprattutto dalla dignitĂ , con il coraggio irresistibile delle madri. Chiedono attenzione per i propri figli, nella propria terra. Si rivolgono ad un ministro, appena eletto, una persona seria. Saltano, senza paura, la politica locale. Sono un esempio.

Dimostrano che si può...

Continua a leggere






Il capitale umano nell'era digitale

17/06/2014

Parlare di capitale umano, in tempi di risorse scarse, può provocare qualche sospetto di demagogia o apparire una scelta cool. Sul capitale umano Carlo Virzì ha giocato la carta della provocazione, con il suo noir brianzolo che ha stravinto al David di Donatello… la brava Valeria Bruni Tedeschi dice a un certo punto “avete scommesso sulla rovina di questo paese e avete vinto”...

Continua a leggere






Isabella Morra. Oggi è diverso da allora?

22/06/2013

Isabella Morra. Protagonista e vittima di una vicenda crudele.
Eroina tragica, che resta figlia, senza poter diventare donna, che non sarà mai madre. Una figura cui è negata la vita terrena e che si rifugia nella dimensione dello spirito, dove trova poi la consolazione della fede.
Benché nella lontana Favale, il grande cambiamento portato dal Rinascimento sia arrivato flebile...

Continua a leggere




12