22/09/2018

Sabato 22, ore 16:00, a Città della Pieve (Pg), Carmen Lasorella partecipa alla rassegna "Il nostro tempo". Parlerà di “Cambiare la propria terra per il bene del Paese”. Intervista di Mimma Nocelli.

21/09/2018

Venerdì 21 alle ore 21:00 a Porta Pia,  a Roma, la rassegna "Luci della storia". Con i Bersaglieri, Carmen Lasorella incontra l'Ispettrice Generale delle Crocerossine. Il premio "Oltre la breccia".

29/08/2018

Mercoledì 29 Agosto  alle ore 11:00 , presso il Book Store Mondadori in Via Pretoria 222/224 a Potenza, Carmen Lasorella incontra la stampa per parlare delle prossime Elezioni Regionali in Basilicata.

16/03/2018

Inizio delle lezioni alla Link Campus University. Argomento: " " Le migrazioni del '900, fino allo scioglimento del Patto di Varsavia".

23/02/2018

Ho introdotto il Master annuale di 1• livello , che dirigo (ciò che prendo, dedotte le spese, va in beneficienza) sul tema delle " Migrazioni forzate e la Protezione internazionale".

"8 Marzo, festa delle Donne. La strada é rimasta in salita, ma noi camminiamo. Troviamo il sorriso, che vince la forza. Siamo genio, bellezza armonia. Sotto ogni cielo, ogni giorno, senza tempo".

Il calcio del Nazareno. Con la benedizione di Gesù, la direzione del Pd é chiamata a fare finalmente la sua parte.

Se mancano l'audacia e lo slancio del presente  digitale, non si fa futuro. Serve un salto. Non bastano più i passi. Eppure in Italia non vogliono capirlo, vale anche in Rai.
 

In Italia, i giovani non credono in niente, non sperano in niente, non hanno più niente. Neet!!!! In inglese é uguale, ma è più corto.
 

Mezzogiorno comincia con la M e con la stessa lettera comincia Migrazione.
Al Sud arrivano e partono tutti. é una e-Morragia, senza tecnologia. Se usassimo la N?

Paghiamo troppe tasse, ma chi non aggiungerebbe la tassa sul populismo?
Una casa vale meno di un lavoro.

La Terra numero 2, che la scienza ha scoperto, conferma il perché della fantascienza. Ha senso dedicare anni allo studio, se basta andare al cinema o leggere un libro? Il problema saranno le valige:non ne avremo abbastanza per cambiare casa. Quanto spreco.

Nelle scatole sulle ruote, che riempiono le città estive, nel dribbling arrogante dei motociclisti, l’esasperazione è sotto vuoto. Eppure si abbassa il vetro condizionato per un gestaccio o un’imprecazione e si solleva la visiera del casco. Dovrebbe fare più caldo. 

Se entri in una casa di riposo, provi soprattutto tristezza. Sembra un magazzino con merce in scadenza. Perché all’epilogo della vita deve prevalere l’inutilità? Giovano gli affetti, più che le pasticche. Dovrebbero essere obbligatori gli asili, vicino.

 

Nell'era digitale, i giovani vincono sugli anziani. Cosa vincono? Esclusi dal mondo reale, dominano quello virtuale. Ma se non funziona il patto tra le generazioni, si sciupano esperienze ed energia. Non vincitori, ma tutti vinti. 

 

Sotto Montecitorio, ho visto un cieco che sorreggeva uno storpio. Erano entrambi giovani e procedevano, sereni. Nel Palazzo, altri giovani discutono di politiche e di poltrone. Chi fa di più per il Paese? 

Capitale umano significa conoscenza, abilità, competenza. C'è in più lo squilibrio uomo/donna. In Italia, si stima che nella sua vita una persona vale in media 400 mila euro. E’ poco per costruire il futuro. Questo è il punto.   

Non si può più tollerare che le belle storie, che al Sud appartengono, vengano cancellate dalla dittatura dei numeri col segno meno.  E' tempo di domande, alle quali bisogna dare delle risposte.