21/11/2015

Domani, 21 Novembre, a Santa Severina (CT) 11a edizione del Premio Internazionale di giornalismo Maria Grazia Cotuli. Tra i premiati, Rukmini Callimachi, già finalista al premio Pulitzer ed esperta di terrorismo. Al dibattito, che seguirà, parteciperanno il Ministro Roberta Pinotti, Barbara Stefanelli e Paolo Valentino del Corriere della Sera. Carmen Lasorella intervista i premiati e coordina la discussione.

27/10/2015

Ore 16.00 Commissione e Parlamento Europeo - Spazio Europa - Via IV Novembre. Roma  "Paradigmi a confronto:  Esportare democrazia o tecnologia?"

25/10/2015

Ore 11.00 Teatro dei Dioscuri, via Piacenza 1, Roma "Grande processo alle Nazioni Unite" Franco Frattini, Federigo Argentieri, Guido Lenzi, Angelo Panebianco, Carmen Lasorella, Ferdinando Imposimato.

23/10/2015

Ore 15.00 Camera dei Deputati. Sala Aldo Moro. P.zza Montecitorio. Presentazione del volume di Giuseppe Soriero "Sud, vent'anni di solitudine". Con Gerardo Bianco, Stefano Folli, Bruno Tabacci, Carmen Lasorella e l'autore.

Se mancano l'audacia e lo slancio del presente  digitale, non si fa futuro. Serve un salto. Non bastano più i passi. Eppure in Italia non vogliono capirlo, vale anche in Rai.
 

In Italia, i giovani non credono in niente, non sperano in niente, non hanno più niente. Neet!!!! In inglese é uguale, ma è più corto.
 

Mezzogiorno comincia con la M e con la stessa lettera comincia Migrazione.
Al Sud arrivano e partono tutti. é una e-Morragia, senza tecnologia. Se usassimo la N?

Paghiamo troppe tasse, ma chi non aggiungerebbe la tassa sul populismo?
Una casa vale meno di un lavoro.

La Terra numero 2, che la scienza ha scoperto, conferma il perché della fantascienza. Ha senso dedicare anni allo studio, se basta andare al cinema o leggere un libro? Il problema saranno le valige:non ne avremo abbastanza per cambiare casa. Quanto spreco.

Nelle scatole sulle ruote, che riempiono le città estive, nel dribbling arrogante dei motociclisti, l’esasperazione è sotto vuoto. Eppure si abbassa il vetro condizionato per un gestaccio o un’imprecazione e si solleva la visiera del casco. Dovrebbe fare più caldo. 

Se entri in una casa di riposo, provi soprattutto tristezza. Sembra un magazzino con merce in scadenza. Perché all’epilogo della vita deve prevalere l’inutilità? Giovano gli affetti, più che le pasticche. Dovrebbero essere obbligatori gli asili, vicino.

 

Nell'era digitale, i giovani vincono sugli anziani. Cosa vincono? Esclusi dal mondo reale, dominano quello virtuale. Ma se non funziona il patto tra le generazioni, si sciupano esperienze ed energia. Non vincitori, ma tutti vinti. 

 

Sotto Montecitorio, ho visto un cieco che sorreggeva uno storpio. Erano entrambi giovani e procedevano, sereni. Nel Palazzo, altri giovani discutono di politiche e di poltrone. Chi fa di più per il Paese? 

Capitale umano significa conoscenza, abilità, competenza. C'è in più lo squilibrio uomo/donna. In Italia, si stima che nella sua vita una persona vale in media 400 mila euro. E’ poco per costruire il futuro. Questo è il punto.   

Non si può più tollerare che le belle storie, che al Sud appartengono, vengano cancellate dalla dittatura dei numeri col segno meno.  E' tempo di domande, alle quali bisogna dare delle risposte.